Frutticoltura

Äpfel

Viticoltura

Altre colture

Beeren

Compagnie

Unterschrift

Fondo di Solidarietà

Hagelschutzkonsortium Hände

Prato pascolo

L’Alto Adige su una superficie di circa 18.500 ettari produce annualmente ci 980.000 tonnellate di mele. C’è da aggiungere anche la coltivazione di frutta col nocciolo. Il Condifesa Bolzano con la Polizza Collettiva mette a disposizione agli agricoltori e le aziende associate un’interessante e soprattutto conveniente possibilità di difesa passiva; soprattutto per quelli che non possono proteggere sufficientemente la produzione con reti antigrandine e impianti antibrina. Nel nostro opuscolo informativo che riguarda le condizioni assicurative trova tutte le informazioni necessarie che riguardano la stipula della polizza, la denuncia di danno e la perizia di danno.

Su circa 5.475 ettari in Alto Adige viene coltivata uva da vino e vengono prodotti circa 507.177 quintali di uva. Anche per l’uva da vino il Condifesa Bolzano mette a disposizione una “Polizza Collettiva” che funziona molto bene. Soprattutto grazie all’abbassamento della soglia di danno a 20%, l’adeguamento delle franchigie e la presa in considerazione della perdita fogliare causati dalle grandinate precoce, la polizza agevolata ora già in caso di danni lievi garantisce un’adeguata liquidazione del danno. Nel nostro opuscolo informativo trova tutte le informazioni che riguardano le condizioni assicurative.

Un obiettivo del Condifesa Bolzano è quello di mettere a disposizione anche soluzioni per altre colture specifiche. Vengono usate molto le polizze per i piccoli frutti, le verdure e frutti a nocciolo. L’agricoltura montana negli ultimi anni ha segnalato grande interesse per la gestione del rischio, visto che la mancanza di partecipazione più spesso causava perdite nella produzione di fieno. Con la polizza parametrica pura per il prato pascolo le aziende possono assicurare il loro raccolto di fieno contro perdite dovute alla siccità. Circa 8.000 aziende agricole in Alto Adige allevano animali e coltivano ca. 71.862 ettari di prato stabile. Siamo a disposizione per informazioni dettagliate che riguardano le singole possibilità assicurative.

Hagelschutzkonsortium Landschaft

In ambito assicurativo il Condifesa Bolzano collabora strettamente con le compagnie assicurative. Con ognuna delle compagnie elencate ci è stato possibile elaborare una Polizza Collettiva. Tramite la sua agenzia assicurativa di fiducia ogni socio ha così la possibilità di assicurare le sue produzioni con le condizioni fissate nella Polizza Collettiva Agevolata e ha quindi diritto di accedere al contributo pubblico pari al 70%.

L'assunzione del rischio apre il 4 marzo e termina il 31 maggio 2021. Fino ad oggi le seguenti compagnie assicurative hanno aderito alla Polizza Collettiva 2021 proposta dal Condifesa Bolzano:

Unterschrift

Da oltre 10 anni il Condifesa Bolzano, oltre alla classica polizza assicurativa agevolata, offre anche il Fondo di Solidarietà. Ogni socio al momento della stipula dell’assicurazione ha la possibilità di aderire – oltre alla classica polizza agevolata – al Fondo di Solidarietà. Il Fondo interviene per le partite che presentano un danno superiore al 30% (per uva da vino 20%), ma per le quali il danno medio per prodotto, azienda e Comune in totale non supera la soglia del danno del 20%, negando così al socio il diritto al risarcimento in virtù della polizza assicurativa agevolata stipulata. Scegliendo il Modello B80 o M80 tutte le colture possono essere assicurate col Fondo; escluse solo quelle basate su indice come prato pascolo.

Hagelschutzkonsortium Hände

Polizza indicizzata Prato Pascolo

Il Condifesa di Bolzano sta definendo con alcune importanti compagnie assicuratrici le condizioni per la polizza indicizzata prato pascolo per il 2021. La tariffa per il 2021, calcolata sul valore assicurato, sarà mediamente del 6%. Per via del finanziamento pubblico del 65% dei costi di polizza la tariffa a carico dell’assicurato è di circa il 2,1%. Con un valore assicurato medio di circa 800€/ettaro significa circa 17€/ettaro. La basi per la definizione dell’indice rimangono le stesse del 2020. I dettagli e le condizioni assicurative verranno pubblicate sulla nostra Homepage.

Il Condifesa di Bolzano persegue l’obbiettivo di utilizzare il prima possibile un indice satellitare, attraverso il quale sarà possibile rilevare la biomassa prodotta a livello aziendale e in relazione con i dati suolo (precipitazioni), calcolare le perdite causate della siccità.

Questo progetto ambizioso è sviluppato in collaborazione con il centro di ricerca EURAC, il centro sperimentale di Laimburg e la Fondazione Edmund Mach in Trentino. Viene supportato dal dipartimento agricoltura della Provincia Autonoma di Bolzano e sta entrando ora nella sua seconda fase di ricerca.

Perché non è attualmente possibile introdurre questo indice satellitare?

Nelle prime fasi die sviluppo e validazione si è fatto affidamento sui dati disponibili di MODIS, i quali tuttavia offrivano un bassa risoluzione, attraverso le quali era difficile validare l’indice, anche per via delle piccole strutture aziendali, mostrando dei dati delle perdite errati.

Nella seconda fase ci cercherà di utilizzare i dati di un nuovo satellite “Sentinel 2” collegato ad una risoluzione più alta, attraverso la quale ci aspettiamo dati più precisi per la validazione.

Richiesta di copertura e stipula della polizza Prato Pascolo 2021:

Il volume assicurabile a livello provinciale, il quale è stato reso disponibile dalle compagnie assicuratrici per la polizza Prato Pascolo 2021, sarà limitato anche per l’annata 2021. In totale ci aspettiamo all’incirca 1 Milione di Euro. Per gli agricoltori che avevano già sottoscritto questa polizza e che hanno comunicato per iscritto il loro interesse entro il 3 Marzo, è stato riservato il necessario volume assicurativo.

Entro il 19 marzo tutti gli altri agricoltori hanno la possibilità di assicurare la propria produzione foraggera del 2021 inviando al Condifesa via PEC (condifesa.bolzano@pec.asnacodi.it) il formulario di richiesta compilato e firmato (scaricabile di seguito). Il resto del volume assicurato rimanente verrà dato a quei contadini che hanno inviato la loro richiesta, seguendo il principio: “Primo arrivato primo servito

Dato che nelle aree di fondovalle è già iniziato il periodo vegetativo e che il volume assicurativo disponibile è già stato esaurito per via della forte domanda, non possiamo purtroppo accogliere altre richieste di copertura per la polizza Prato Pascolo 2021. Vi chiediamo la vostra comprensione.

Rimaniamo a Vostra disposizione Per eventuali domande: +39 0471 256028

Data di ultima modifica 25.03.2021