News

Contributo UE - Premio assicurativo 2015

Restituzione Prefinanziamento 2015 al Consorzio di Difesa

I controlli di conformità dei contributi sui premi 2015 stanno procedendo in maniera rallentata, per questo il Ministero ha incaricato l’organismo pagatore AGEA di erogare continuamente e di comunicare ai beneficiari i certificati con ammissibilità positiva tramite PEC-Email. I beneficiari possono presentare richiesta di riesame entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione della comunicazione. Con una successiva comunicazione dello stesso Consorzio di Difesa i Soci sono invitati a rimborsare al Consorzio quanto dallo stesso anticipato. Nel caso in cui il prefinanziamento non sarà versato al Consorzio entro la data prescritta, il contributo UE sarà nuovamente incamerato o addebitato dall’Organismo Pagatore e sarà definitivamente perso come contributo. In tale caso il Consorzio di Difesa è costretto di incassare l’intero premio assicurativo del 2015.

IMPORTANTE: Controllate continuamente le entrate della posta elettronica PEC.

ATTENZIONE: Dato che il calcolo del contributo UE avviene sulla base della quantità massima assicurabile ammessa dal Regolamento UE e sulla superficie da fascicolo aziendale, l’importo prefinanziato dal Consorzio di Difesa può risultare superiore al contributo UE.

RICHIESTA DI RIESAME: I beneficiari possono presentare richiesta di riesame entro 10 giorni lavorativi dalla ricezione della comunicazione, tramite l’ufficio CAA (Coldiretti e SBB). Qualora la richiesta di riesame non sia presentata, quindi trascorsi i dieci giorni lavorativi dalla ricezione della comunicazione da parte dell’interessato, la comunicazione assume carattere di provvedimento definitivo di accertamento di quanto dovuto.

N.B: Nel novembre del 2015 il Consorzio Difesa ha proceduto al pagamento dell‘intero premio assicurativo 2015 alle Compagnie d’Assicurazione.

Per eventuali domande siamo sempre a Vs. disposizione al numero telefonico 0471 256028.

Datum: 08/06/2017

È stata prorogata la campagna assicurativa 2017

La maggior parte della raccolta in frutti- e viticoltura risultano già assicurata

Versicherungsstatistik 2017

La campagna assicurativa è stata prorogata fino al 31 maggio 2017, causa la grande gelata delle ultime settimane in tutta l’Italia.

In Alto Adige la maggior parte delle aziende frutticole e vitivinicole hanno stipulata tempestivamente l’assicurazione contro le avversità atmosferiche. Un aumento notevole è da registrare nelle assicurazioni contro gelo/brina. La possibilità di assicurarsi contro gelo/brina non è stata mai sfruttata con questa affluenza come quest’anno.
In tutto l’Alto Adige quest’anno è stato assicurato contro gelo/brina il quintuplo in più dello scorso anno: In Val Venosta fin adesso è stata assicurata una quantità di 3,05 mln quintali di cui 1,3 mln quintali sono assicurati contro gelo/brina. In Val d’Isarco sono stati assicurati due terzi del totale assicurato contro gelo/brina – 0,3 mln quintali dei 0,45 mln quintali in totale.
Anche in viticoltura quest’anno è da notare un vero aumento delle polizze stipulate contro gelo/brina: In tutto l’Alto Adige un terzo dell’uva è assicurata contro gelo/brina.
Come evidenziano i numeri, le coperture contro gelo/brina si concentrano sulle zone Val Venosta e Val d’Isarco che mostrano un rischio notevole.

data: 09/05/2017